Archivio

Posts Tagged ‘Credinord’

Abbasso Roma Ladrona, viva la Lega pensionata

28 ottobre 2011 Lascia un commento

Umberto Bossi, 2003:

Roma ladrona vuole i soldi dei lavoratori del Nord per tenere viva la vecchia pratica assistenzialista. Ad ogni giro ritornano, come nel gioco della roulette.

Manuela Marrone in Bossi, baby pensionata dal 1992, alla veneranda età di 39 anni.

In un paese non dico normale, ma perlomeno democratico, basterebbe questo per dimostrare la plateale mancanza di coerenza dei politici. Intendiamoci, la Marrone non ha commesso alcun atto illegale, ha semplicemente sfruttato la legislatura vigente all’epoca – la Riforma Amato entrerà in vigore solo a gennaio ’93, un puro caso, aggiungo io -, ma è lampante come il leader della Lega si scagli contro un sistema che, però, si diletta a sfruttare ampiamente. Non bastano i 766,37 € al mese che la moglie percepisce ogni mese da oramai 18 anni, il Senatùr ha ben pensato di candidare il figlio – pluribocciato, seppure qualcuno lo definisca come uno che “merita un «bel nove» in intelligenza ” – in un seggio blindato così da farlo eleggere in regione permettendogli di percepire uno stipendio che oscilla tra 9.500 € e 11.150 € mensili . Non contento, ecco che nel 2008 il ministero dell’ambiente e dello sviluppo del territorio approva uno stanziamento da 800.000 € [OTTOCENTOMILA] alla Scuola Paritetica Bosina, una bella struttura privata fondata, guarda un po’, dalla signora Manuela Marrone in Bossi nel 1998. Ci si chiede, allora, come mai la signora non abbia continuato a lavorare per il pubblico impiego, se non aveva poi tutta questa voglia di andare in pensione. Certo, molto meglio far il capo, che il semplice insegnante. Sopratutto, ci si chiede in che modo una scuola privata sviluppi il territorio forse, visti i continui tagli alle scuole pubbliche e alle sempre meno risorse destinate da Tremonti all’insegnamento, i leghisti hanno ben pensato di pensarci da soli, regalandosi finanziamenti inserendo la struttura nella Commissione Bilancio del Senato – a guida leghista, guarda un po’ che caso – e, appunto, facendosi approvare lo stanziamento tramite il ministero dell’ambiente.

Che dire a questi signori che mentre sbraitano in pubblico offese e insulti a chiunque parlando del Dio Po e di Roma Ladrona e poi mettono regolarmente le mani su soldi dello Stato sbavandosi una fetta sempre più cospicua della torta pubblica?

Reguzzoni parla di Fini come “inopportuno” per aver osato sollevare la questione della baby pensione della Marrone a Ballarò – dove, tra l’altro, abbiamo assistito alla nuova spassosissima gaffe della Gelmini, ma oramai ci siamo quasi abituati, a sentirla sparare castronerie. In sintesi, Fini ricorda l’entrata in pensione della Marrone nel ’92 e la Gelmini, sempre attenta a difendere gli interessi degli alleati, esordisce così “Non è vero, sono andata alla Bosina poco tempo fa e ancora insegnava”, che dire, brava Mariastella, tu si che hai capito tutto. - e in seduta scoppia la rissa tra Lega e Fli

Ora, siccome parlano di cosa è opportuno o meno fare quando si ricopre cariche politiche, chiedo a Reguzzoni:

Bossi è opportuno o inopportuno? Mettere il tricolore nel cesso, è opportuno o inopportuno? Insultare ministri, giornalisti, oppositori, cani e porci, è opportuno o inopportuno? Fregare soldi alla gente tramite la CrediNord, è opportuno?

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 867 follower